TESTIMONIANZE

Un metodo può essere definito ‘di successo’ solo quando ci sono i risultati a dimostrarlo. E le testimonianze sono il miglior modo di raccontare ciò che si fa.

Leonardo-Ornani
Sono Lorenzo O., ho 25 anni, risiedo e lavoro in Toscana, abito con la mia stupenda famiglia di origine e ne sono molto felice. La mia storia parte dalla mia infanzia perché fin da piccolo, mi sono sempre visto in un modo che purtroppo non mi piaceva affatto. La cosa peggiore però era il pensiero fisso che, con quell’immagine e quella visione, avrei dovuto conviverci per tutta la vita. Poi, l’incontro con Francesco, durante l’estate del 2016. Grazie a lui ho iniziato a scoprire che noi non siamo ciò che siamo, ma ciò che crediamo di Essere. Da lì tutto è cambiato e dopo 2 anni di studio, introspezione, conoscenza del Sé, ho scoperto chi sono, ho trasformato le mie debolezze in forze e ora posso dire che sto vivendo una seconda Vita, quella Vera. Mi sento responsabile di tutto ciò che mi accade, bello o brutto che sia, perché sono consapevole che solo io posso decidere come andranno le cose. So molto bene di riuscire ad avere una gestione equilibrata del mio comportamento e delle mie emozioni in caso positivo, ma soprattutto di avere la forza e gli strumenti per rialzarmi e diventare ancora più forte qualora le cose andassero male. Un grazie speciale e di cuore a Francesco per avermi capito prima di ogni altro e per avere scoperto realmente chi fossi e quali potenzialità potessi esprimere. Ringrazio anche tutte le persone che hanno contribuito a questa crescita e quelle che tuttora ne fanno parte. Invito soprattutto coloro che, come me all’epoca, non si piacciono e non si accettano, a fare questo per-corso con Francesco perché “per vedere le cose belle della vita devi aprire mente e cuore, gli occhi le vedono già”.
Lorenzo O.
Leonardo-Chimenti
Mi chiamo Leonardo C., ho 24 anni e sono di Arezzo. Il mio incontro con Francesco è avvenuto nel 2017 a seguito di un periodo della mia vita davvero pessimo. Qualche mese prima infatti, durante il mio soggiorno all’estero, venni a sapere che mio padre aveva deciso di farla finita, se n’era andato per sempre suicidandosi. Tornato in Italia riversai gran parte delle colpe su mia madre, andando a rovinare il nostro rapporto. Poi un giorno, decisi di ascoltare il suo consiglio, cioè partecipare ad un corso di Francesco. Non conoscevo né lui, né il suo metodo ma all’epoca il figlio di un’amica di mia mamma aveva intrapreso il per-corso e così andai anch’io. Pensavo mi sarei trovato davanti uno dei tanti motivatori o mental coach che in questo momento spopolano, ma mi sbagliai. Al termine di questi primi due giorni, Francesco fece scrivere a tutti una lettera e mi chiese di leggere la mia ad alta voce. Mentre pronunciavo le parole scritte in ricordo del mio papà, scoppiai a piangere, un pianto forte e profondo. La cosa che mi colpì fu che Francesco non disse nulla ma mi abbracciò in un modo caloroso che mi diede subito un senso di libertà e di sollievo. Grazie al percorso personale intrapreso in seguito ho imparato ad essere a mio agio in ogni situazione, anche nelle relazioni con le persone. Ho appreso l’importanza di essere positivo sempre e di provare amore per tutto ciò che mi circonda. Il Perdono, l’Umiltà e la Gratitudine sono le chiavi che mi hanno permesso di essere la persona che sono oggi. Ho sistemato le cose con mia mamma, tant’è che ora stiamo facendo il per-corso insieme e ho capito che stare bene con me stesso è fondamentale, a tal punto che ogni tanto faccio un viaggio da solo. Il primo è stato a Santander e San Sebastian in Spagna ed è stata un’esperienza fantastica. Insomma Francesco mi ha aperto gli occhi, anzi il mio Cuore, alla visione di un Nuovo Mondo e per questo gli sarò grato per tutta la mia Vita. Consiglio a chiunque di intraprendere il per-corso con Francesco per essere davvero felici. Chi infatti si accontenta, non può dirsi felice realmente, anzi…
Leonardo C.
Adriana-Paganessi
Mi chiamo Adriana P., ho quasi 50 anni, abito e lavoro in un paese della provincia di Padova e sono orgogliosa di poter mettere a disposizione dei lettori di questo libro la mia storia. Mi sono sempre ritenuta una brava persona e ho sempre cercato di affrontare la Vita nel giusto modo, nonostante le difficoltà e gli ostacoli. Nel 2014 però scoprii che la mia bambina stupenda di 4 anni si era ammalata: tumore maligno al cervello. Dopo soli 8 mesi, se ne andò e, praticamente, anch’io morii con lei. Il buio e un dolore atroce s’impadronirono di me al punto tale da non farmi provare alcuna emozione. Poi, grazie ad una mia amica, conobbi Francesco e Stefania, due persone fantastiche e uniche. Con il loro aiuto ho imparato a rivedere la Luce e ad apprezzare la Vita in tutte le sue forme, sia per Me che per la mia famiglia. La Consapevolezza, il Perdono e l’Amore sono state chiavi importanti che mi hanno fatto davvero Ri-nascere, perché letteralmente sono ritornata a vivere, lasciando andare ogni pensiero legato al mio passato e ritrovando l’Energia Vitale dell’Amore e della Vita. Non è stato semplice, ma posso dire che oggi mi sento una persona ricca dentro. Sono fiera di me stessa perché sono consapevole di saper e poter affrontare ogni cosa grazie all’amore Spirituale che mi riempie e che fa stare bene sia me che tutta la mia famiglia. Consiglio a tutte le mamme e a qualsiasi componente di ogni famiglia di vivere questo per-corso e farsi consegnare da Francesco gli strumenti per arrivare alla felicità che ognuno di noi cerca.
Adriana P.
Andrea-Fantacci
Mi chiamo Andrea F., sono nato e abito in provincia di Firenze. Fin da bambino avevo un sogno: poter dimostrare quanto valessi e quanto fossi bravo. Specialmente durante la mia infanzia, attraverso il calcio, sentivo che quel sogno fosse davvero per me e si potesse realizzare. Immaginavo infatti di poter giocare con la maglia della mia squadra del cuore, la “viola”. Sembra davvero bellissimo, finché poi ad un tratto tutto diventò un incubo. Crescendo, le varie vicissitudini familiari e le difficoltà che respiravo proprio all’interno della mia famiglia, dove non ero ascoltato e dove non regnava certamente l’equilibrio, pian piano mi resero insicuro e pieno di paure. Queste angosce aumentarono sempre più e influirono anche a livello sportivo, dove la competizione iniziò a crearmi disagio, ansia e tristezza, fino al punto che anche il calcio si trasformò in uno stress. Non era più un gioco e non era più il mio sogno. Così cominciai a vedere la vita da un lato molto negativo e, non riuscendo ad esprimere a nessuno ciò che provavo, cominciai a frequentare altri ragazzi che, come me, non avevano in famiglia un equilibrio e soprattutto un bel dialogo. Alcuni di questi ragazzi mi portarono a conoscenza di un mondo nuovo e delle sostanze che lo popolano ... Così la mia vita divenne presto un inferno, in cui per anni sono stato immerso senza riuscire a vedere un futuro, una speranza, una possibilità, un raggio di luce per uscire da quel tunnel. Poi, quasi come se fosse un miracolo, grazie ai miei zii, conobbi Francesco, Stefania e il loro metodo. Anche se prima di quel momento non era ancora stato testato su ragazzi che come me avevano una forte dipendenza, mi affidai completamente alle parole e soprattutto all’amore che Francesco dimostrò fin da subito per me. Fu lui ad aiutarmi ad accettare di ripartire nella lotta contro questa dipendenza e a rientrare in un centro di accoglienza (perché solo se sei seguito ce la fai). Francesco non mi abbandonò mai in questo percorso durato quasi due anni. Mi ha portato alla mia Ri-Nascita e ora a realizzare un altro tipo di sogno, il più vero e l’unico che conta: essere me stesso in mezzo alla natura e in mezzo alla campagna. Spero di essere un esempio per tutti quei ragazzi che dalla dipendenza vogliono uscire, perché solo se lo si vuole ci si può riuscire. Il mio invito ad avvicinarsi a questo metodo è proprio rivolto a tutti loro, affinché possano farsi accompagnare piano piano, con dolcezza e amore a ritrovare il senso della Vita. Consiglio vivamente a chiunque soffra di “dipendenza” e legga questo libro di iniziare il per-corso, affiancato da Francesco e dal suo metodo. Ora non posso fare altro che ringraziare nuovamente tutti i componenti di questa famiglia per avermi fin da subito accolto come se fossi un figlio. Ringrazio i miei genitori, il compagno di mia mamma, mia sorella, gli zii, i nonni e gli amici che mi hanno in qualche modo spinto a continuare a lottare. Ringrazio Paolo che mi ha dato la dignità di un lavoro, perché senza quello, per una persona tossicodipendente, è difficile, uscirne. Infine, naturalmente, ringrazio Francesco, Stefania e Me Stesso perché non abbiamo mai smesso di crederci.
Andrea F.
Erika-Grinzato
Mi chiamo Erika G., ho 44 anni, sono di Treviso e sono estetista. Ho conosciuto Francesco diversi anni fa e posso senza dubbio affermare che questo incontro ha cambiato fortemente la mia vita. Innanzitutto posso dire di essere convinta che quest’incontro non sia avvenuto per caso… in quel periodo infatti ero alle prese con una situazione economica molto delicata che metteva molta angoscia sia a me che alla mia famiglia. Da quel momento ho messo in pratica tutte le chiavi che durante il per-corso mi sono state meravigliosamente spiegate da Francesco. La svolta è stata immediata: ho notato subito grandi cambiamenti, divenuti possibili solo grazie al cambiamento di atteggiamento attuato dapprima verso me stessa (ho iniziato a parlarmi bene) e poi verso la mia famiglia. Dopo tanti anni di angoscia, finalmente ho iniziato a vedere una speranza e notare la trasformazione degli eventi solo cambiando il mio pensiero è stato per me un miracolo! Da lì in poi è stato un susseguirsi di riscoperte incredibili che mi hanno permesso di tornare ad affrontare la Vita nel modo giusto, cioè attraverso l’Amore, unica condizione fondamentale per vivere appieno la propria esistenza. Con tutto il mio cuore quindi dico grazie a me stessa per aver capito fin da subito che quella sarebbe stata la strada giusta e, soprattutto, dico grazie a Francesco per aver risvegliato in me la Vita… Grazie sempre e per sempre.
Erika G.
Michela-Bellini
Mi chiamo Michela B., sono di Arezzo e faccio la commerciante. Ho conosciuto Francesco in un corso vicino a Firenze nel 2016 grazie ad Antonella, un’amica alla quale avevo parlato della mia situazione, che con rispetto e pazienza mi ha “costretto” ad andare. Ora le devo la Vita. Soffrivo di un malessere chiamato “depressione” a causa di un lutto e della malattia di mia madre. Più volte il mio pensiero era volto a lasciarmi andare e i numerosi psicofarmaci, che assumevo su indicazione degli psichiatri da cui ero in cura, avevano reso la mia esistenza apatica e priva di emozioni. Non credevo più in nulla, non credevo nei sogni, non credevo in Me Stessa e nell’Amore. Ho iniziato a fare corsi collettivi e personali con Francesco, il quale fin da subito mi ha dato fiducia per il suo modo di spiegarmi le cose e lì ho percepito un’energia di benessere, difficile da spiegare. Mi sono fatta guidare in questo percorso dove ho ritrovato me stessa facendo ogni giorno gli esercizi che mi venivano dati. Vedevo il benessere aumentare perché utilizzavo le chiavi che Francesco mi ha donato, vivendo nel momento presente. E’ stato come andare in una palestra per la "Mente" in cui ho riattivato tutta me stessa, mi sono risvegliata e ho ritrovato la lucidità che per tanti anni avevo perso. La Ri-Nascita interiore è la cosa più bella che possa succedere nella Vita. Il per-corso che ho fatto con Francesco e con tutte le persone che ho incontrato nei vari seminari, ha cambiato la mia esistenza e ogni giorno per me adesso è una consapevole Ri-Nascita. Ora mando un abbraccio caloroso a te che stai leggendo questa mia testimonianza, dicendoti, qualsiasi emozione negativa tu stia vivendo, di credere nei miracoli perché questo metodo è un vero miracolo. Un grazie speciale per tutto questo a Francesco e a tutto il suo staff.
Michela B.
Chiara Manari e Marco Bondi
Siamo Chiara M. e Marco B., siamo una coppia ri-nata durante il per-corso fatto con Francesco che per entrambi ha rappresentato – e rappresenta - un’esperienza che ci ha cambiato la Vita. Noi infatti eravamo già sposati ma stavamo vivendo davvero male il nostro matrimonio, anzi, a dire il vero lo stavamo proprio compromettendo. Non sapevamo gestire la gelosia (Marco) e lasciare andare, cioè perdonare, il passato (Chiara), in particolare genitori, suoceri e le nostre famiglie di origine. Il metodo e il supporto di Francesco ci hanno ridato innanzitutto grande consapevolezza delle nostre potenzialità e tanta sicurezza nella gestione delle nostre emozioni e dei nostri pensieri. Oggi siamo grati alla Vita per tutto quello che ci offre, compresi ostacoli e difficoltà che quindi abbiamo iniziato a considerare per quello che realmente sono, ovvero un aiuto e un’opportunità per diventare due persone migliori, innamorate di Se Stesse e della Vita. Ora siamo questi, Chiara e Marco, due ragazzi in grado di affrontare ogni cosa con positività ed entusiasmo e di godere ogni istante che la Vita ci regala. Stiamo bene insieme e siamo liberi di vivere serenamente e al meglio la nostra coppia, grazie anche ai nostri tre figli. Consigliamo questo per-corso con Francesco a chiunque, sia a chi si sente triste, fragile o impaurito, sia a chi apparentemente crede di essere sereno e felice. Grazie Francesco, Grazie Vita!
Chiara M. e Marco B.
Elena-Pozzi
Mi chiamo Elena P., abito in provincia di Milano e ho un figlio che si chiama Luca. Sono felice di raccontare la mia esperienza perché tutto partì da una tragedia. Qualche anno fa parlai con la mia amica Stefania della mia situazione: avevo appena perso una bimba per una grave malattia e quell’evento mi aveva completamente distrutta. Non vi era giornata che non piangessi, che non mi disperassi e, soprattutto, che non portassi tristezza e malumore all’interno della mia famiglia. Avevo completamente perso la voglia e l’entusiasmo per la vita e non trovavo più in essa nessun senso. Non mi accorgevo inoltre che anche mio figlio Luca stava subendo le conseguenze di questo mio atteggiamento. Con grande sensibilità Stefania mi disse che il suo compagno Francesco aveva aiutato decine di persone che, come me, avevano vissuto questo tipo di tragedia, e che anch’io avrei ritrovato la serenità e l’equilibrio che avevo perso. Ero molto scettica ma decisi di partecipare a un corso di gruppo. Già subito in quei due giorni fantastici mi resi conto che potevo rinascere. Mano a mano che mi venivano illustrate le chiavi, cominciavo a vedere la mia vita da un altro punto di vista. Così decisi di proseguire con un per-corso personale e in brevissimo tempo, in meno di un mese, la mia vita cambiò completamente, facendomi ritrovare stima in me stessa, facendo pace e perdonando Dio e la vita per avermi portato via mia figlia. Ho trovato quello che si può definire una bellezza collaterale in quello che mi successo e finalmente ho potuto portare le attenzioni e donare amore vero a mio figlio Luca, che ora vedo crescere più sicuro e indipendente. La cosa straordinaria è che, grazie al lavoro pedagogico di Francesco, Luca ed io abbiamo imparato a dialogare e a trovare le parole giuste per cercare di risolvere i nostri problemi concentrandoci sulle soluzioni e non lamentandoci di come fosse la nostra vita. Ho trovato uno scopo lavorativo migliore, ho ritrovato la capacità di ricominciare a scegliere della mia vita cosa farne e come gestirla. Devo tutto al metodo, a Francesco, a Stefania e a tutte quelle persone che, come me, hanno iniziato questo per-corso perché finalmente ho trovato anche una famiglia al di fuori di quella di sangue. Ecco perché invito tutti coloro che hanno avuto simili problemi a non scoraggiarsi bensì a intraprendere con coraggio, volontà e determinazione questo per-corso di rinascita.
Elena P.
INIZIA DA QUI!

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA E PERSONALIZZATA CON UNO DEI NOSTRI COACH