fbpx

Come i genitori possono educare i figli ad un uso consapevole del web?

Quante volte hai sentito altri genitori o magari anche tu hai detto in prima persona frasi come “Ah, ormai questi social hanno rovinato tutto e portano i nostri figli a fare cose assurde!” oppure “Il web ormai è come una droga per i nostri ragazzi, è solo un male per loro!”

Siamo davvero sicuri che sia così?

Riflettici bene: proprio questa pandemia che stiamo ormai tutti vivendo da oltre un anno, ha mostrato invece molti vantaggi e lati positivi del web che infatti è una potente forma di evoluzione tecnologica.

Pensa solo a tutti gli istituti scolastici che proprio grazie al web hanno potuto fare l’ormai nota dad (didattica a distanza) senza far perdere le lezioni ai ragazzi.

E ancora, pensa a quante aziende hanno attuato la modalità di lavoro smart working o home working grazie ad apposite piattaforme di riunioni online, e portando avanti quindi le varie attività.

Senza la tecnologia e il web tutto questo non sarebbe possibile. E i social?
Anche i social network sono uno straordinario mezzo di comunicazione che oggi è diventato imprescindibile, non solo per le persone, ma anche per le aziende.

Pensa all’esplosione di TikTok che ha messo in mostra il talento di tante persone (anche se il vero obiettivo di questo social non è questo) ed è diventato un vero e proprio importante canale comunicativo, anche per le imprese.

Ciò che chiaramente va fatto è educare ad un uso consapevole. E in famiglia sono i genitori ad avere questo compito, altrimenti i figli faranno da soli o, peggio ancora, troveranno qualcun altro che sostituirà i genitori in questo campo.

Sei disposto a correre il rischio che tuo figlio si faccia attrarre da siti e giochi pericolosi – come già capitato ad alcuni ragazzi poi morti per seguire delle challenge online – solo perché non l’hai educato ad un utilizzo corretto di questi strumenti?

Ciò che un genitore deve fare è condividere i social e il web con i propri figli fin da bambini, non in tenerissima età come molto spesso accade oggi, ma confrontarsi con loro e sapere quali sono gli interessi principali magari chiedendo anche spiegazioni agli stessi ragazzi.

In questo modo i figli si sentono coinvolti e utili perché è un po’ come se si scambiassero i ruoli.
I genitori che rifiutano il web perché non si sentono confident creano un muro con i propri figli e verso i loro interessi.

Ciò che va insegnato ai ragazzi è mantenere comunque il rispetto e non essere quei “leoni da tastiera” che insultano, minacciano o magari bullizzano (come vedremo in un altro articolo) altre persone.

Per chi ha dei bambini, è corretto far usare loro il tablet o lo smartphone in alcuni momenti della giornata avendo però sempre il controllo di ciò che fanno e guardano. Ecco perché si possono applicare tante funzioni che limitano non solo il tempo ma anche l’accesso a luoghi virtuali inadatti.

Ricordati che il futuro tuo, dei tuoi figli e della tua famiglia dipende da te.
Buona Vita, Il Team di WeFamily

INIZIA ADESSO IL PERCORSO VERSO LA TUA FAMIGLIA CONSAPEVOLE

COMPILA IL FORM E CHIEDI INFORMAZIONI SUL CORSO “INIZIA DA TE”